Oggi come ieri, sogni in fondo ai mari

Siamo tutti migranti. Le grandi migrazioni hanno guidato la storia dell’umanità: impossibile bloccarle con le regole dell’economia, o con la forza ottusa della xenofobia. Noi italiani che fummo fuggiaschi, pellegrini e migranti, dovremmo occuparci di fuggiaschi, pellegrini e migranti di oggi con più umanità e con più consapevolezza di tutti gli altri europei; di fronte... Continue Reading →

Siria, una sporca questione di gas sciita

Altro che gas nervino: la Siria è il porto della Russia sul Mediterraneo e soprattutto è il futuro sbocco del “gas sciita” verso l’Europa. Ci sono tre attori sul mercato della fornitura di gas all’Europa, con pipelines in gran parte ancora da realizzare: la Russia con il gasdotto “South Stream” (63 miliardi di m³ annui,... Continue Reading →

Le misteriose dimissioni del pastore tedesco

L’11 febbraio 2013 è un giorno che passa inevitabilmente alla Storia per un evento rarissimo nella plurimillenaria vicenda della Chiesa: le dimissioni di un papa sono infatti un dato che fa scalpore, vista la sua eccezionalità. Prima di Ratzinger solo Pietro da Morrone “Celestino V” (giudicato severamente da Dante come «colui che per viltade fece... Continue Reading →

Crescita, una sola formula

Ma è così difficile capire che la “crescita” può cominciare solo se gli istituti ‘di credito’ si rimettono a fare il loro originario lavoro — fare ‘credito’ —, dando soldi alle imprese, fornendo linfa agli investimenti? La produzione di una innovazione richiede il mettere assieme due cose, idee e soldi. Una banca ha i soldi... Continue Reading →

La Amanpour sapeva. Nel 2008

Ospite dello show di Bill Maher, la famosa giornalista Christiane Amanpour dice che Bin Laden «non si nasconde in una grotta, ma in una bella e confortevole villa in Pakistan». Che c’è di strano? La data: il filmato è del 3 ottobre 2008. Shandling: I thought you did an interview. Amanpour: No, I wish. Shandling:... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑