Siria, una sporca questione di gas sciita

Altro che gas nervino: la Siria è il porto della Russia sul Mediterraneo e soprattutto è il futuro sbocco del “gas sciita” verso l’Europa. Ci sono tre attori sul mercato della fornitura di gas all’Europa, con pipelines in gran parte ancora da realizzare: la Russia con il gasdotto “South Stream” (63 miliardi di m³ annui,... Continue Reading →

Annunci

Gli apparatčik

Ma diciamola una volta per tutte, la verità sul PD: perché, malgrado l’evidente, costante incapacità di dotarsi di un’identità politica, da parte di questo partito, e tutti i guai combinati negli ultimi anni — due su tutti, l’attitudine (unica al mondo) a perdere elezioni già vinte, e l’appoggio quasi incondizionato al presunto ‘nemico’ Berlsuconi —,... Continue Reading →

Mad in Italy

Un altro glorioso pezzetto del Made in Italy è finito in mani Out of Italy. Il polo francese del lusso e dello charme LVMH ha messo a segno un nuovo colpo in terra italica, acquisendo l’80% di Loro Piana, celebre famiglia di esclusiva abilità nella lavorazione del cachemire e delle lane più rare. A poche... Continue Reading →

Il nulla in streaming — 2. Se internet diventa tv

Secondo round dei colloqui “in streaming” fra i leader del Movimento 5 Stelle e membri dell’establishment politico di lungo corso. Il presidente del consiglio incaricato, Enrico Letta, vicesegretario dello stesso partito del primo round (il PD), “vendica” il segretario Bersani, nel frattempo dimissionario, trasformando lo streaming in un “salotto di Vespa”: eloquenza forbita, generalismi, retorica... Continue Reading →

Il nulla in streaming

È come quella nausea mista a delusione che ti prende quando iTunes ti propone le classifiche dei brani più scaricati della settimana, musica che potresti avere in cinque secondi mentre all’epoca del vinile dovevi aspettare un mese che il tuo negoziante portasse il disco. È come quella rabbia che ti coglie guardando i vecchi filmati sgranati... Continue Reading →

Voglio essere ottimista

rlava Grillo dal palco: «È finita». E può apparire un paradosso che sia toccato a un ex comico annunciarlo, nel linguaggio della commedia dell’arte. Le elezioni politiche italiane del febbraio 2013 ci dicono che è finita una forma della politica. Anzi, che è finita “la politica del Novecento”. Quella in cui una società sostanzialmente aggregata... Continue Reading →

Le misteriose dimissioni del pastore tedesco

L’11 febbraio 2013 è un giorno che passa inevitabilmente alla Storia per un evento rarissimo nella plurimillenaria vicenda della Chiesa: le dimissioni di un papa sono infatti un dato che fa scalpore, vista la sua eccezionalità. Prima di Ratzinger solo Pietro da Morrone “Celestino V” (giudicato severamente da Dante come «colui che per viltade fece... Continue Reading →

Che fine ha fatto il Rock

Da un po’ di anni mi chiedo come sia successo che “il Rock è morto”, come mai non vengano più fuori artisti come Beatles, Pink Floyd, Led Zeppelin, Genesis, Jimi Hendrix, Who, Yes, Doors, Traffic, Cream... Fra le due estati a cavallo fra 1969 e 1970 sono uscite opere come Abbey Road, Ummagumma, Tommy, Led... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑