Il ministero che spara ai ragazzini

  Siamo in un Paese occidentale sviluppato o in una “repubblica delle banane”, come si diceva nel Novecento? 14 novembre 2012: i razzi lacrimogeni che partono dalle finestre di un ministero sono la rappresentazione plastica di uno Stato che spara sui suoi cittadini nascosto al riparo dei suoi palazzi. La vigliaccheria del Potere cialtrone. Aggravata... Continue Reading →

Il primo Monti ha toppato

E dunque ci siamo: si comincia a sanguinare. Vediamo come. Anzitutto la liquidità: per reperire la quale i professoroni hanno prodotto la solita infornata di imposte per i contribuenti e la solita carestia per gli enti locali. Monti ha rinunciato a spostare massicciamente il prelievo dal reddito al patrimonio. È una grossa delusione: un “governo... Continue Reading →

R-evolution

Quando una società esaurisce la propria spinta propulsiva, il malaffare dilaga inarrestabile. I nostri nonni hanno fatto (e/o subìto) una guerra mondiale, i loro figli (nostri genitori) hanno ricostruito la società dalle fondamenta e creato benessere sufficiente per due generazioni, la loro e NOI, che in un certo senso stiamo “campando di rendita”. La generazione... Continue Reading →

Alle porte di casa la Storia si risveglia!

Alle porte di casa nostra sta avvenendo qualcosa di sorprendente, di storico, di mai accaduto: il Nordafrica e la Penisola Arabica solcate da un'unica grande rivolta popolare e giovanile, nel segno di Twitter e Facebook (già ribattezzato “Sawrabook”, libro della rivoluzione). Il marchio (posticcio) di al Qaeda è finalmente scavalcato da un movimento che vede... Continue Reading →

Fiat lux

Marchionne, la Fiat, il governo "complice", il Pd, la Cgil, la Fiom... Li prendo tutti quanti, li metto da parte e ti invito a fare un ragionamento. Che sembra reazionario ma non lo è. Prova a parlare con la cassiera dell'ipermercato che ti fa il conto della spesa: ti dirà di avere un orario di... Continue Reading →

Oily way 3 — o della “crisi” (pronti al peggio!)

Bene, adesso s’è capito cosa stava succedendo con il petrolio: i soliti noti sapevano — con 2 anni d’anticipo — che sarebbe scoppiato il bubbone (la “crisi”) e hanno fatto l’ultimo assalto al treno. Ma adesso spostiamo l’attenzione su una cosa ben più importante: cos’è, esattamente, questa Crisi? Le attività finanziarie hanno assicurato, per diversi... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑