Il primo Monti ha toppato

E dunque ci siamo: si comincia a sanguinare. Vediamo come. Anzitutto la liquidità: per reperire la quale i professoroni hanno prodotto la solita infornata di imposte per i contribuenti e la solita carestia per gli enti locali. Monti ha rinunciato a spostare massicciamente il prelievo dal reddito al patrimonio. È una grossa delusione: un “governo... Continue Reading →

Annunci

Oily way 3 — o della “crisi” (pronti al peggio!)

Bene, adesso s’è capito cosa stava succedendo con il petrolio: i soliti noti sapevano — con 2 anni d’anticipo — che sarebbe scoppiato il bubbone (la “crisi”) e hanno fatto l’ultimo assalto al treno. Ma adesso spostiamo l’attenzione su una cosa ben più importante: cos’è, esattamente, questa Crisi? Le attività finanziarie hanno assicurato, per diversi... Continue Reading →

Fate i Pacs, non la guerra (in Afghanistan)

Il disegno di legge sulle unioni di fatto approvato dal governo appare un compromesso un po’ al ribasso rispetto agli annunci degli ultimi mesi e alle aspettative dell’ala estrema della maggioranza; una vittoria dell’ala centrista e moderata. L’ala sinistra lo esalta come una svolta, una conquista di civiltà: ma già cominciano i primi mugugni, sia... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑